Sono stato…


“Sono stato un adolescente pieno di illusioni. E poi queste sono volate via. Ho condiviso giudizi e pregiudizi. Oggi vivo una piacevole e mediocre comodità. Mi sto rieducando leggendo in molte lingue. Tra qualche anno sarò di nuovo un ragazzo colto”.

Così diceva l’allora ottantaquattrenne Demetrio Volcic, per anni voce familiare della radio italiana da Mosca e Berlino, al giornalista di Repubblica che lo intervistava nel 2015. Parole ritrovate sui giornali in occasione della sua morte, nei giorni scorsi.

Non sono in grado di leggere in lingue diverse dall’italiano, ahimè. Ma in qualche modo mi ritrovo, nel mio piccolo, in quelle sue parole.

Sto scoprendo, per la prima volta da adulto, Moby Dick. Lo centellino, cercando di cogliere le sfumature suggerita da Cesare Pavese con la sua traduzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...